Cos’è la DIASTASI?

Si parla di diastasi quando il muscolo principale della parete addominale si separa lungo la linea mediana. La causa principale di questa separazione è dovuta alla crescita dell’utero durante la gravidanza. Crescendo i muscoli si allungano andando a separarsi in mezzo e creando quindi due fasce di muscoli paralleli. Se dopo 10/12 mesi dal parto la distanza tra le due fasce di muscoli supera i 2,5/3 cm si ha la diastasi.

CHE COSA CAUSA LA DIASTASI ADDOMINALE?

  • Eta’ superiore a 35 anni
  • Rapido aumento di peso ingravida
  • Gravidanza gemellare poiché la pancia tende a essere più grossa quindi anche un feto molto grosso potrebbe creare problemi
  • Ormoni che durante il 3 trimestre di gravidanza permettono l’indebolimento della parete addominale al fine di far crescere il bambino più velocemente.

COME RICONOSCERE LA DIASTASI?

Non ogni gravidanza causa la diastasi

In realtà ne soffre il 33% delle mamme spesso inconsapevolmente. Infatti non è sempre facile diagnosticarla.

Nei casi meno gravi la situazione torna nella norma dopo 8/10 mesi dal parto.

I principali sintomi della diastasi sono :

gonfiore addominale, postura sbagliata, instabilità del bacino, mal di schiena, separazione dei retti addominali che effettuando un crunch si può notare la fuoriuscita di una sorta di “pinna” in corrispondenza della linea alba, difficoltà respiratorie e digestive, ernie addominali, nausea

Tutti sintomi di entità variabile da persona a persona

Nei casi più gravi con diastasi addominali superiore a 2,5 cm e sintomi funzionali accentuati la risoluzione definitiva è l’intervento chirurgico

Come esame strumentale diagnostico si consiglia un ecografia o risonanza magnetica.

spanciamento
effettuando un crunch
“pinna”
separazione dei retti addominali